Caricamento
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.

Lantech//Longwave, il nuovo consultant per il GDPR

Lantech//Longwave, il nuovo consultant per il GDPR

Il 25 maggio 2018 si avvicina. Una data da segnare sul calendario perché stabilisce l’entrata in vigore del Gdpr (General Data Protection Regulation), normativa con cui l’Unione europea punta a rafforzare la protezione dei dati personali.

L’obiettivo è quello di prevenire la perdita dei dati personali e impedirne la condivisione non autorizzata. Le aziende devono, quindi, essere pronte ad adottare un preciso sistema di policy oltre a specifiche misure tecniche e organizzative conformi al nuovo regolamento.

Il principio chiave è la “privacy by design”, ossia garantire la protezione dei dati fin dalla fase di ideazione di un sistema, prevenendo possibili problematiche, motivo per cui viene introdotta la figura del Responsabile della protezione dei dati e promosso il ricorso a codici di condotta specifici. Il titolare dei dati potrà far certificare i propri trattamenti, in misura parziale o totale, anche ai fini del trasferimento dei dati in Paesi terzi, tutti aspetti che l’Autorità valuta nell’analizzare le diverse situazioni o per applicare eventuali sanzioni.

Le policy devono, inoltre, essere proporzionate alla tipologia di business di ogni azienda, sia essa di produzione o in ambito comunicativo.

Nel caso di esternalizzazione di un trattamento, poi, solo i fornitori in grado di assicurare misure tecniche e organizzative in linea con quanto imposto dal Gdpr potranno essere coinvolti, sempre in forma contrattualizzata, con indicazione di durata, natura, finalità e tipologia di dati al centro del trattamento stesso, specificando le misure di sicurezza previste e la suddivisione delle responsabilità.

Diventa, dunque, ancora più indispensabile ripensare i sistemi di gestione aziendali nonché riuscire a mappare gli strumenti ICT di cui si dispone e poter contare su elevati standard di sicurezza.

Lantech//Longwave può dimostrarsi un Partner strategico in questo percorso. L’approccio?

SCOPRI DI PIU' NEL COMUNICATO STAMPA! 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

free_breakfast
#CoffeeTECH
Cisco Webex Enterprise TRIAL: abilitiamo lo smart working durante l’emergenza COVID-19
Oggi, Cisco Webex, è la piattaforma scelta da migliaia di scuole e aziende per la didattica da remoto, le video conferenze e i collegamenti in smartworking.  Da...
READ MORE
arrow_forward
Nasce Flexible Working: abilitiamo lo smart working durante l’emergenza COVID-19
Milano, 10 Marzo 2020 Flexible Working è il nome del progetto sviluppato da 4ward, Durante, Far Networks, Lantech Longwave, Var Group, operatori...
READ MORE
arrow_forward
mouse
Business Case
A tutta security all'interno della sanità pubblica. Il case AUSL di Piacenza.
Lantech Longwave è da molti anni Partner di Checkpoint ed insieme hanno realizzato l'upgrade dell'infrastruttura di sicurezza dell'azienda sanitaria piacentina....
READ MORE
arrow_forward
Una soluzione infrastrutturale server dinamica, efficace, sicura. Il case SIO S.p.A.
SIO S.p.A. è da molti anni il Partner tecnologico delle Forze dell'Ordine per lo sviluppo, la produzione e l'installazione di soluzioni innovative per...
READ MORE
arrow_forward