Caricamento
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.

IoT Home Edition: quando l’internet of things incontra la domotica

IoT Home Edition: quando l’internet of things incontra la domotica

L’innovazione e la ricerca sono due dei punti cardine che da sempre caratterizzano Lantech Longwave. Come team, crediamo nelle partnership soprattutto quelle che puntano a costruire innovazione.

Per questo abbiamo deciso di sponsorizzare la prima edizione di IoT Home Edition, il ciclo di incontri di approfondimento sull’Internet of Things per uso domestico. IoT Home Edition è organizzato da Robomakers Lab, la community di makers e appassionati di nuove tecnologie, based a Langhirano e FabLab Parma, il laboratorio di fabbricazione digitale gestito dall’Associazione di Promozione Sociale ON/OFF.

Ne parliamo con il promotore di questa iniziativa, Marco Gelati, Team Leader TLC Lantech Longwave.

Marco, come è nata l’idea di IoT Home Edition?

Il mondo della robotica mi appassiona da sempre, ma se devo essere sincero l’idea di organizzare un corso di questo tipo è nata dopo aver buttato via per tre volte la roba da freezer. Da lì mi sono chiesto: cosa potrebbe essere successo e come potrei evitarlo? Magari il freezer è chiuso male, quindi potrei installare dei sensori. Oppure è una questione di temperatura? Mmh… Allora potrebbero farmi comodo dei sensori wireless!

Battute a parte – ma neanche tanto – diciamo che il gruppo Robomakers è nato circa due anni fa a seguito di un corso organizzato dal Comune di Langhirano e da lì abbiamo iniziato a collaborare con delle scuole per diversi progetti didattici nell’ambito della robotica, delle macchine a guida autonoma, dell’Internet of Things. Il nostro gruppo è costituito da persone con competenze tra le più disparate: automazione, disegno elettronico e molto altro e nel corso del tempo abbiamo iniziato a ragionare anche sul tema dell’automazione domestica, argomento utile e oggi particolarmente sentito.

La passione muove il mondo, come si suol dire. Insomma, da qui, l’illuminazione di creare un corso dedicato all’IoT applicato alla domotica.

Esatto. Da quest’anno abbiamo deciso di dare il via ad un corso ufficiale, IoT Home Edition, organizzato con il contribuito del Fab Lab di Parma, che ci ha messo a disposizione le attrezzature e gli spazi.

A chi si rivolge questo corso?

Naturalmente è stato pensato per gli appassionati dell’automazione, ma nello specifico questo corso si rivolge a principianti, per chiunque a livello domestico sia interessato al concetto della domotica, banalmente tutto ciò che ti consente di automatizzare l’accensione e lo spegnimento delle luci in base alla presenza o meno di persone dentro una stanza, il riscaldamento, le tapparelle delle finestre ecc

Come si svolgerà IoT Home Edition?

Il corso si svolgerà in tre lezioni: la prima data ha avuto luogo il 16 febbraio e ha visto la partecipazione di 12 persone, ma ci saranno altre due new entry. Siamo partiti dalla teoria, quindi da un’overview generale degli scenari, focalizzandoci sui sensori e sulle tecnologie più utilizzate in ambito domotica (Wi-Fi, z-wave, MQTT…), mentre nella seconda parte della giornata ci siamo concentrati sul software che gestisce i sensori, la piattaforma Software Home Assistant. In particolare, un elemento che ha molto colpito la platea è stata la possibilità di abbinare il software a delle app sugli smartphone, il che consente di utilizzare la localizzazione e generare degli eventi specifici. Alla fine della giornata poi abbiamo parlato di come installare il software e renderlo operativo.

E cosa succederà nella seconda e nella terza lezione?

Durante la seconda lezione cominceremo ad affrontare la questione delle configurazioni per i sensori e le automazioni. Banalmente: quando accade un evento, quale sarà la prossima mossa?

La terza lezione continuerà sul filone delle configurazioni, chiaramente andando sempre più in profondità. Non per ultimo, si affronterà anche il tema della sicurezza, a cura di Andrea Gelati – R&D Innovation Manager Lantech Longwave – che spiegherà nel dettaglio come mettere in sicurezza il proprio sistema.

Considerando gli argomenti affrontati, immagino che la prima lezione sia andata a gonfie vele!

Sì, siamo davvero contenti, la prima giornata di lavori è andata molto bene. Abbiamo creato un canale dedicato ai corsisti e i feedback sono stati notevoli. Il che ci porta a pensare che ci sarà sicuramente una seconda edizione!

Le prossime date del corso saranno il 16 marzo e il 13 aprile. Per saperne di più vi invitiamo a visitare i canali social di Robomakers e la pagina web http://officineonoff.com/events/iot-home-edition/ 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

free_breakfast
#CoffeeTECH
We are more than ONE, we are a Team: ConnectUp19
Esiste una sottile, ma fondamentale differenza tra “gruppo” e “squadra”, eppure più spesso di quanto si pensi queste idee vengono confuse. Si...
READ MORE
arrow_forward
NVMe e NVMe-oF: i nuovi protocolli di accesso ai dischi flash
L’introduzione dei dischi Flash ha aumentato le aspettative degli utenti relativamente alle prestazioni; chiunque utilizzi un tablet o sia in possesso...
READ MORE
arrow_forward
mouse
Business Case
Lantech Longwave implementa il nuovo Training Center dell'Aeroporto di Bologna
Con oltre 8.500.000 passeggeri nel solo 2018, l'Aeroporto Guglielmo Marconi di Bologna rappresenta il principale scalo dell'Emilia Romagna e uno dei più...
READ MORE
arrow_forward
Automatizzare e ridurre la filiera organizzativa nel trattamento dell’aceto e dei materiali di produzione. Il caso Acetum S.p.A.
Sul mercato italiano e internazionale da oltre un secolo, Acetum S.p.A. è specializzata nella produzione di Aceto Balsamico di Modena, che realizza...
READ MORE
arrow_forward